Il barattolo della gentilezza

Che cosa carina per educare i bambini che ci sono parole che possono rendere la propria e l’altrui giornata più serena e piacevole e, soprattutto farlo sempre in un modo piacevole, evitando di ripetere sempre i soliti sermoni. Il barattolo della gentilezza, ideato da una maestra del cui Blog vi lascerò il Link, è proprio questo! Avevo pensato di parlare del barattolo delle parolacce, ma è sempre meglio iniziare in positivo, no? Non dimentichiamo mai il potere delle parole!

Quale contenitore più bello per riporre tutte le parole gentili? Il barattolo della gentilezza verrà posto in un luogo di frequenza comune e costante, come il sul tavolo della cucina o del soggiorno e custodirà le parole che rendono ciascuno migliore. Parola dopo parola, la gentilezza si diffonderà per la casa. Il meccanismo non credo che vada spiegato, è intuitivo, ed è adatto soprattutto ai bambini più piccoli perchè è bene, credetemi, che inizino a inserire nel proprio lessico queste ‘formule di cortesia’ al più presto, che le interiorizzino in modo da usarle in autonomia. Non amo le scene in cui un genitore è costretto a ripetere continuamente al figlio: “Dì grazie al Signor Mario!”, “Saluta!”.

Ovviamente si possono utilizzare la prima versione oppure usare post it, stickers, ecc. e partire da una “versione” vuota, differente dalla precedente, dove sono i bambini stessi a scegliere le parole.

Qui sotto, invece, una versione ‘spiegata’. con più passaggi, tratti da un Video Youtube

Ispirato da: https://maestramary.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*