La visual board e La legge dell’attrazione

The secret: la legge di attrazione. Un libro pubblicato per la prima volta in Italia nel 2007 e molto controverso: molto amato in tutto il mondo, adorato e idolatrato da veri e propri “seguaci”, diventato per molti un cult (e un business!) e allo stesso tempo molto contestato e criticato. Qualcuno dice che il libro gli ha cambiato la vita, qualcun altro lo denigra riducendolo ad un cumulo di affermazioni senza senso e bufale. La Legge dell’attrazione afferma in sintesi che, in base alle leggi che governano l’Universo, abbiamo il potere di attrarre tutto ciò su cui ci concentriamo. Il pensiero diventa realtà. 

Ricchezza, salute, felicità. senza fare nulla, come per magia.

Se tutto fosse così semplice tutti i lettori ora sarebbero multimilionari. In realtà non è un gran segreto che noi creiamo – con le nostre azioni, i nostri pensieri, le nostre emozioni – la nostra realtà; siamo veramente noi i magneti delle fortune e, a volte, delle sventure. Chiamare in causa la fisica quantistica, complicatissima e sconosciuta ai più, serve, nell’intenzione dell’Autrice come fondamento scientifico.

The Secret

Voto medio su 166 recensioni: Buono

Penso che poche persone non abbiano mai sentito parlare o non abbiano ancora letto questo libro, ma – pur con tutte le riserve – penso che valga la pena leggerlo almeno una volta nella vita. Perché può essere fonte di ispirazione e soprattutto infonde energia, ottimismo e speranza, beni preziosi di questi tempi. Ottimismo e speranza sono solo il punto di partenza per il raggiungimento dei propri obiettivi, ma sono essenziali.

Si possono anche cogliere specifici spunti pratici utili al perseguimento dei propri obiettivi, siano essi personali o professionali.

Ad esempio, possiamo costruire una personale Visual Board. Di cosa si tratta? In sostanza di un pannello, di qualsiasi materiale vogliate (di solito sono le classiche lavagnette di sughero o un cartoncino riciclato), su cui attaccare immagini, oppure frasi e citazioni, disegni che, semplicemente guardandoli, vi fanno sentire bene.

Armatevi di pazienza e capacità di ascolto interiore e iniziate a guardarvi in giro tra riviste di vario tipo per trovare quelle immagini che vi colpiscono e portano la vostra voce interiore a dire <SI>, evitando in tutto il processo tutto ciò che pensate di dover essere e che gli altri vogliono da voi. La Visual Board deve parlarvi di cosa desiderate davvero! Dovete essere spontanei! Un corpo più tonico, più denaro, un sorriso smagliante, un lavoro gratificante, una famiglia serena… ogni desiderio – anche quello apparentemente più insignificante o apparentemente superficiale e/o veniale – è legittimo e va ascoltato!! Un esempio banale: volete mettervi a dieta? Bene, allora inserite immagini di corpi con i muscoli scolpiti, proprio come quello che vorreste avere voi!

Potreste scoprirvi a scegliere immagini senza capirne immediatamente la ragione: ricordate allora che le immagini possono essere facilmente dei simboli che rimandano al nostro mondo interiore e non formulate giudizi.

Quando avrete raccolto un po’ di materiale, prendete il vostro supporto e coloratelo (a meno che non abbiate scelto un cartoncino già tinteggiato) di un colore che vi fa star bene e poi incollate sopra il tutto o, meglio, usate le puntine in modo da poter modificare il tutto con estrema semplicità in qualsiasi momento. In Rete potrete trovare differenti esempi dai quali prendere spunto.

visual board

Visual Board

Se ne sentite l’esigenza, scrivete le frasi che vi nascono dal cuore.

Create la vostra Visual Board, rendendola bella, affascinante, così che attiri il vostro sguardo e appendetela in un luogo della casa intimo ma allo stesso tempo non troppo nascosto, dove avete possibilità di raccogliervi e osservarla.

La pratica è rilassante ed è utile, perlomeno per riorganizzare le proprie idee e stare sempre “sulla retta via”. La cosa divertente è che la Visual Board è realmente un work in progress: se dopo un po’ che la osservate vi venisse voglia di aggiungere delle immagini, di toglierne altre, di disegnare qualcosa, sentitevi liberissimi di farlo! Quando proprio la Visual Board dovesse “smettere di parlarvi”, sarà il momento di crearne una del tutto nuova: ciò vorrà dire che avrete cambiato sogni, priorità, oppure – meraviglia! – che i vostri desideri si sono realizzati tutti!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Website Protected by Spam Master


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>