Nuovo esercizio per la gratitudine

Dal momento che ho ripreso da pochi giorni a lavorare sul blog, è mia intenzione scrivere un post per ogni sezione importante… e l’Auto-Aiuto non può mancare!

L’esercizio è un mix tra quelli proposti da Rhonda Byrne in “The magic”, un libro che è il seguito quasi naturale del bestseller “The secret”, basato sulla Legge d’Attrazione, libro che sicuramente molti di voi avranno letto o comunque conoscono, molto amato o molto contestato, e che comunque – al di là dell’aspetto miracolistico che lo pervade – a mio parere non nuoce leggere, perché in fondo trasmette fiducia e ottimismo… che non guastano mai!

Sulle orme del fratello maggiore, ad una settimana dalla sua uscita negli Stati Uniti, nel Marzo 2012, “The magic” era già un bestseller ed aveva già venduto oltre 10.000.000 di copie nel mondo. Lo stile è simile, non ci sono prove scientifiche ad avallare la tesi, bensì interpretazioni e parafrasi di oscuri passaggi del Vangelo e di altri testi sacri per riuscire a convincere le persone che la pratica costante della gratitudine è l’unica via per cambiare la propria vita.

In realtà studi autorevoli che dimostrano come la gratitudine possa migliorare notevolmente il nostro stato d’animo e quindi la qualità di vita ci sono, eccome!

Emmons e McCullough (2003) hanno scoperto che aumentare la felicità è possibile grazie a un semplicissimo esercizio di gratitudine. I partecipanti al loro esperimento, ad esempio, dovevano scrivere 5 cose di cui erano grati ogni settimana, per 10 settimane. Al termine dello studio, in questo gruppo i partecipanti erano più felici del 25% rispetto al cosiddetto gruppo di controllo che aveva semplicemente elencato cinque eventi generici della settimana.

Seligman, Steen, Park e Peterson (2005) effettuarono uno studio simile: seguirono i partecipanti fino a sei mesi dopo l’inizio della realizzazione di un semplice esercizio di gratitudine e scoprirono che erano più felici e meno depressi del gruppo di controllo.

Ecco la ragione per la quale – pur continuando a coltivare una sana perplessità rispetto ai risvolti miracolistici degli esercizi proposti e l’enfasi sull’aspetto economico (= in estrema sintesi il senso è questo: più sei grato e più diventerai ricco) – la lettura del libro può rivelarsi estremamente utile per tutti coloro che tendono ad essere negativi e pessimisti, per coloro che vedono tutto nero.

Un qualsiasi esercizio della gratitudine - come quello che vi ho già proposto in un precedente post – può essere svolto efficacemente, quotidianamente, a fine giornata, ritagliandoci ancora qualche minuto solo per noi; può essere fatto in famiglia o – trovo interessante questo possibile sviluppo! – essere insegnato ai bambini, che in un un’epoca come quella in cui viviamo sono sempre più abituati a fare per scontato ciò che possiedono, a pretendere sempre e sempre qualcosa di più, a non apprezzare le piccole cose della vita.

Incominciate così:

Sono grato/a a questa giornata perché …

Sono grato/a a questa giornata perché …

Sono grata a questa giornata perché …

Se volete proseguire nell’elenco tanto meglio: quando avrete esaurito gli argomenti più ovvi e banali per cui essere grati, dovrete necessariamente affinare la ricerca.

Individuare gli eventi più positivi della giornata ci obbliga a ripercorrere con la mente tutta la giornata, concentrandoci soprattutto sui bei momenti: in questo modo il nostro sonno, i nostri sogni, non potranno che beneficiarne.

I pensieri positivi, in un circolo virtuoso, sono in grado di influenzare le nostre emozioni, suscitando vissuti gradevoli e soddisfacenti.

Per rendere più simbolico il rito quotidiano della gratitudine, per imprimergli più forza, o semplicemente per non dimenticarlo, potreste scegliere una pietra (una qualsiasi, trovata per caso ovunque voi desideriate), da considerare una Pietra Magica, da tenere sul comodino a fianco del letto e da tenere in mano mentre si esegue l’esercizio.

Provate un po’ di giorni e poi fatemi sapere se ci sono risvolti positivi nel vostro stato d’animo. Grazie!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Website Protected by Spam Master


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>