La matematica è ovunque, la matematica è magia

Crescendo:

CRESCENDO matematica

Questa slide fa parte di una serie di diapositive (il cui contenuto è visionabile interamente qui) della Dott.sa Lucangeli (Ordinario di Psicologia dello sviluppo presso l’Università di Padova esperta di DSA) che è intervenuta in un convegno a Milano, nel maggio 2012, sulle difficoltà d’insegnamento e la didattica inclusiva. Il titolo della sua presentazione è bellissimo : “Imparare l’ottimismo e non solo… in matematica”.

Parla di motivazione e impotenza appresa in matematica, temi per me attualmente molto affascinanti… Io mi identifico nella piccola Francesca che cresce e che a 30 anni fatica a fare i calcoli a mente anche quando deve calcolare il 30% di saldo sul cardigan in vetrina; purtroppo penso di essere in buona compagnia ma in questo caso “mal comune mezzo gaudio”. La matematica è decisamente poco amata e, soprattutto, a scuola è considerata un’emergenza educativa!

Luglio 2007 – Ministro dell’istruzione G. Fioroni: “Ragazzi asini in matematica”. Sono 408mila, ovvero il 43,3% del totale, gli studenti che sono ammessi con debito in matematica alle classi superiori
(Fonte: www.ilgiornale.it)

Luglio 2008 – Ministro dell’istruzione M. Gelmini: la matematica “costituisce, per la scuola italiana, un’autentica emergenza didattica”. Il 45,7% degli studenti delle superiori quest’anno deve azzerare entro settembre il debito in matematica (il 2,6 in più rispetto al 2007)
(Fonte: www.Rebubblica.it)

Potrei procedere ma vi assicuro che la situazione non cambia di anno in anno: al limite peggiora!

Inutile negare che, in parte, la responsabilità di questa situazione deriva da un metodo didattico obsoleto, non adeguato, ma oggi non ho voglia di fare polemica… Oggi voglio fare mio, e condividere, il prezioso suggerimento della mia amica Cristina Chiappani che, grazie alla fotografia, mi ha insegnato, usando strategicamente l’obiettivo, a vedere e scovare “bellezza” anche dove c’è apparentemente solo “bruttura”, a far diventare “amica” o perlomeno non “nemica” una situazione o un luogo temuto o disprezzato.

Come dice Luigi, “il mondo è fatto di triangoli e quadrati”. La matematica è nascosta nell’arte, nei pavimenti o nei muri di mattoni. Siamo circondati da simmetrie, simmetrie strane e affascinanti come la simmetria di scala che fa sì che una parte di un oggetto sia simile al tutto, come accade nel broccolo romanesco o nei vasi sanguigni o le montagne e le nuvole.

Acquisire materiale tramite i sensi ci porta a un aspetto della matematica sempre ignorato a scuola e, se approfondite, scoprirete che il vero “matematico” non lavora quasi mai in astratto, ma con immagini mentali, anche nel fare semplici operazioni.

pavimento

broccolo romano

pianta succulentaarnia

 

arancia

bruco

peonia

Frattale di Mandelbrot

Frattale di Mandelbrot

legna

Per secoli, gli artisti e gli architetti hanno utilizzato alcune note formule geometriche e matematiche per guidare il loro lavoro ma queste stesse formule si presentano in maniera “magica” nella natura, e questo è ciò che un grafico e designer spagnolo, Cristóbal Vila, ha voluto catturare con un cortometraggio nato con l’intento di celebrare l’arte della matematica (nello specifico il filmato fa riferimento alla successione di Fibonacci).

 Continuate voi!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Website Protected by Spam Master


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>