Che cos’è la Felicità? Sondaggio

Lancio un sondaggio… In queste giornate in cui la voglia di Primavera inizia a farsi sentire insistentemente, il sole finalmente sulle nostre teste scalda l’umore (forse perché riscalda i neuroni??), ho iniziato a meditare su cosa veramente può essere d’aiuto a chi legge il mio blog o si rivolge a me per una consulenza. Che cosa cercano le persone? Che cosa desideriamo più di tutto? Desideriamo NON soffrire, NON essere infelici. Ma non essere infelici garantisce la Felicità?? Parallelamente, non avere dolore o malattia vuol dire essere sani? Cos’è la Felicità? Ci avete mai pensato?

Sono personalmente intossicata dalle ricette (alcune francamente improbabili) che promettono Felicità e Ricchezza (eh sì, perché spesso le due cose vengono abbinate) senza sforzo. Ci sono troppi guru e sedicenti maestri di vita in giro. Troppe formule per il successo con slogan seducenti (la PNL insegna!).

Allo stesso tempo, tuttavia, non posso essere d’accordo con chi afferma che la vita è solo un mondo di lacrime; non è facile stare accanto e sopportare chi è quotidianamente, testardamente, convinto che l’Universo ce l’ha con lui e che invece agli altri, carogne, cattivi, falsi e vigliacchi, va sempre tutto a gonfie vele. Non è corretto pensare di essere il bersaglio preferito della sfortuna cosmica, è fuorviante e pure un po’ egocentrico!

felicità altan

Ho una personale opinione su come si possa lavorare (ripeto: lavorare!), senza grossi sacrifici, per godersi la vita un po’ di più: ho iniziato a scrivere i post sull’auto-aiuto proprio in quest’ottica, così come quelli sul raggiungimento degli obiettivi e quelli sul potenziale, insomma tutto il blog va in questa direzione, ma la strada è lunga, si tratta di un percorso da metabolizzare a piccoli passi, da assaporare a piccoli morsi perché io, come premesso, non offro soluzioni magiche.

Perciò, nel frattempo, partiamo da qui: perché non provate a darmi una vostra definizione di Felicità e a raccontarmi cosa ne pensate? So che ci sono persone che leggono i miei post in tutte le parti d’Italia, e la cosa non può che farmi piacere, mi stupisce ogni volta pensare di essere così “vicina” a persone in realtà “lontane”, e probabilmente con un bagaglio umano tutto da scoprire, e vorrei che tutti mi lasciassero un pezzettino di sé, per arricchirmi, per crescere, altrimenti il blog che valore ha?

Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*