Siamo fatti così: un’altra arma per combattere le malattie dei bambini

Esplorando il corpo umano, o anche Siamo fatti così, oppure C’era una volta la vita: la favolosa storia del corpo umano, prodotta in Francia nel 1986, è la storica serie a cartoni animati ideata dal celebre fumettista ed autore televisivo francese Albert Barillé. Nata per presentare in modo accattivante e divertente la didattica del corpo umano ai bambini, ma in grado di incantare da oltre vent’anni anche gli adulti.

esplorando il corpo umano

I protagonisti della serie animata agiscono su due livelli: il primo costituito da Pierrot e i suoi amici dei quali seguiamo alcune tappe fondamentali della vita; il secondo è il micro-universo che risiede nei loro corpi dove si svolgono mille avventure, indissolubilmente legate alle azioni di Pierrot.

Nel corpo ci sono tanti personaggi: ognuno svolge un ruolo fondamentale, ci sono Emo e Globina, due pacati e tranquilli globuli rossi che viaggiano attraverso le arterie con il loro carico di ossigeno, ci sono i linfociti rappresentati come orgogliosi e temerari soldati che lottano contro i temibili, loschi e subdoli virus che cercano di insinuarsi nel corpo per danneggiarlo. Ci sono i neuroni, novelli messaggeri dai piedi alati, che viaggiano veloci portando informazioni attraverso il sistema nervoso come fosse una grande e scorrevole autostrada, e ovviamente non manca l’alter ego di Pierrot, ovvero il Capitano Pierre comandante dei globuli bianchi, spesso aiutato e guidato da Maestro, “direttore” delle cellule.

Ogni puntata è ricca di azione, inseguimenti, emergenze che coinvolgono tutti gli attori del corpo umano: si susseguono tentativi di conquista da parte dei batteri, piccoli infortuni, terribili mal di pancia che, all’interno del corpo, si trasformano in terremoti e catastrofi da arginare con prontezza. Il corpo si trasforma in un campo di battaglia dove si svolge una lotta quotidiana senza quartiere tra perfidi agenti esterni come i virus e le forze del bene rappresentate dall’insieme dei vari personaggi che “vivono” nel corpo di Pierre.

L’originalità di questo cartone animato non risiede solo nei temi affrontati, ma anche nella forma narrativa adottata dal suo creatore. Il titolo originale dell’opera è “Il Etait Une Fois…La Vie”, in italiano “C’era una volta…La Vita”, poche e semplici parole che chiariscono immediatamente la volontà dell’autore francese di raccontare una favola che, come tutte le storie, cerca di descrivere la realtà attraverso un viaggio fantastico e insieme poetico.

Albert Barillé, che amava definirsi l’artigiano del disegno animato , è stato per oltre 40 anni un punto di riferimento nel mondo dell’animazione, raccogliendo sempre pieno consenso sia dal pubblico che dagli addetti ai lavori proprio per sua capacità di semplificare gli argomenti senza banalizzarli.

I suoi cartoni (ne ha realizzati altri che come tema avevano la scoperta della storia, dello spazio, ecc.) si basano su una documentazione scientifica scrupolosa e assolutamente rigorosa: il suo lavoro potrebbe essere riassunto con una sua frase:

<< I bambini non vanno trattati come esseri incapaci di intendere.  È bello scrivere per loro una storia di alto livello, che faccia venire voglia di rileggerla, che li stimoli a capire>>.

Un motto questo al quale Barillé è sempre stato fedele anche per quanto riguarda la cura certosina dei disegni, realizzati con la complicità del Character Designer Jean Barbaud.

Chiudiamo con una frase di Barillé che riassume in pieno la filosofia del suo lavoro: <<Trattate i vostri figli come persone consapevoli, che comprendono molto più di quello che gli adulti pensano. Questo li renderà forti e ve ne saranno grati per sempre>>.

Trovo questa serie valida da un punto di vista strettamente didattico ma anche per aiutare i nostri piccoli a visualizzare il sistema immunitario in modo antropomorfo, seguendo i dettami dell’oncologo Simonton. Può offrire spunti per aiutare i bambini a sviluppare la propria capacità di auto-guarigione. Ne ho già accennato qui: Bambini malati e visualizzazione ( = i soldatini nella pancia che vanno aiutati con i giusti rimedi e una giusta alimentazione), quindi questo cartone, alcuni episodi dei quali si trovano su Youtube o sono in vendita su Ebay, rientra a pieno titolo nella categoria “Cartoni animati educativi”.

Credits: http://www.deagostinipassion.com/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Website Protected by Spam Master


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>